In tempi abbastanza recenti, nelle discipline scientifiche, tecniche, economiche, ma anche, ancor più recentemente, nell’amministrazione, si è diffusa sempre più l’uso della lingua inglese. Ma perché non ci sono i corrispondenti tipi descrittivi nella lingua italiana? Certo che ci sono e descrivono pure meglio, proprio per le sottigliezze di quest’ultima. Ma accanto a questa, maggior precisione terminologica si riscontra nella lingua siciliana, che più che l’effetto descrive il soggetto.  In tale idioma, ad esempio, si ha la traduzione precisa di chi è affetto da un disturbo ossessivo compulsivo indicandolo come amminchiatu. Ma questa, come direbbe Lucarelli, è un’altra storia.

12 luglio alle ore 23:13

Venerando Bellomo
 

Questo, forse, il suo ultimo post; ci ha lasciati la mattina del 16 Luglio 2021 (n.d.r.)

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna